L’appartamento, situato a piano terra, si presentava con una distribuzione centrifugata degli ambienti attorno al corridoio centrale, che partendo dall’ingresso terminava sull’ambiente bagno, secondo uno sviluppo nord/sud.

La nuova configurazione, invece, prevede un taglio decumano delle funzioni rispetto l’asse precedente. La zona giorno, distribuita all’interno di un open space di circa 45 mq, si sviluppa da est ad ovest, occupando totalmente il fronte sud. Contemporaneamente, la zona notte e dei servizi impegnano il fronte nord, sviluppandosi anch’esse da est ad ovest.

Questa soluzione, ha permesso di creare ambienti totalmente ed alternativamente illuminati durante tutto l’arco della giornata, garantendo ad ogni ambiente un apporto di luce naturale idoneo alle funzioni svolte.

Soprattutto la zona giorno risulta soleggiata per tutto l’arco della giornata, con conseguenze benefiche sia psicologiche che economiche. L’irraggiamento diretto durante la stagione invernale, abbinato agli interventi di efficientamento del sistema di isolamento termico e di tenuta degli infissi esterni, contribuisce al riscaldamento degli ambienti interni, comportando una abbassamento dei costi di gestione dell’impianto di riscaldamento tradizionale. Contemporaneamente, nella stagione estiva la presenza di sistemi schermanti, posizionati all’esterno delle finestre, intercettano i raggi solari limitando il surriscaldamento degli ambienti interni e la conseguente necessità di ricorrere a sistemi di raffrescamento alimentati con energia primaria. Inoltre, la presenza di finestre contrapposte, presenti sui fronti est ed ovest, contribuiscono a creare una ventilazione naturale degli ambienti riducendo la temperatura interna anche in assenza di impianti di condizionamento.

La zona giorno è separata dalla zona notte da porte “invisibili” che creano continuità materica delle murature e smaterializzano il concetto di frammentazione degli ambienti.

Fulcro centrale della zona giorno è rappresentato dalla quinta in pietra nera che funge da cornice per un acquario e, allo stesso tempo, scandisce la separazione percettiva tra la zona pranzo e l’area soggiorno.