LA QUALITA’ E' NELLA CURA DEI DETTAGLI
Semplicità, essenzialità, comfort ed armonia sono le chiavi di lettura delle nostre opere.
Ogni progetto è orientato all'adozione di linguaggi estetico-funzionali coerenti con il contesto territoriale, inquadrati in un'ottica di sostenibilità ambientale e risparmio energetico.
Alla base del nostro lavoro vi è il concetto che ogni progetto è unico ed irripetibile e pertanto deve essere caratterizzato da uno sviluppo “su misura”, in grado di evidenziarne il carattere e le peculiarità.
Cresciuti in una famiglia di artigiani, le nostre realizzazioni sono strutturate sulla base di avanzate soluzioni tecnologiche a forte valenza artigianale, con meticolosa attenzione per le finiture, i dettagli e per la scelta dei materiali.

ANDREA FRANCINELLI


Nasce a Roma il 26 aprile 1978.

Pochi mesi dopo aver conseguito il Diploma di Scuola Media Superiore vince un concorso bandito dal Comune di Fiumicino, che lo vedrà impegnato dal 1999 al 2003 presso l’Assessorato alle Risorse Ambientali e Turistiche alla “gestione e valorizzazione delle risorse del Litorale Romano”.

Dal 2003 al 2007 ottiene un incarico di consulenza dal Comune di Anguillara Sabazia per il “supporto tecnico-amministrativo ai Responsabili Unici del Procedimento” dell’Assessorato ai Lavori Pubblici.

Contemporaneamente all’attività lavorativa, frequenta la Facoltà di Architettura dell’Università “La Sapienza” di Roma, conseguendo la laurea in Gestione del Processo Edilizio – Project Management.

Dal 2008 si dedica esclusivamente all’attività progettuale e di gestione edilizia, proseguendo la piena collaborazione con lo Studio Straface di Roma – già iniziata nel 2006 – su importanti progetti di opere d’interesse nazionale.

All’interno dello Studio Straface ha modo di sviluppare conoscenze esecutive nella progettazione e direzione lavori, che lo vedranno impegnato nella realizzazione di interventi come il nuovo Rettorato dell’Università degli Studi “Tor Vergata” di Roma, i blocchi aule della Facoltà di Ingegneria, la costruzione della “Città dello Sport” per i Campionati Mondiali di Nuoto di Roma del 2009 (progetto di Santiago Calatrava LLC – Zurigo) e del centro commerciale e residenziale “ARA CITY” in Yerevan (Armenia).

Nel frattempo, stimolato dalla continua esigenza di crescita e vedendo nella laurea triennale un limite professionale per poter operare in contesti extranazionali, si iscrive al corso di laurea in “Architettura U.E.” presso l’Università “Sapienza” di Roma conseguendone il relativo titolo, a pieni voti.

Grazie alle molteplici esperienze accumulate ed alla caparbietà che lo contraddistingue, ha preso parte, come progettista e come responsabile di progetto, alla realizzazione di rilevanti interventi pubblici, come la connessione tra il molo T3 ed il nuovo Avancorpo dell’Aeroporto “Leonardo da Vinci” di Fiumicino, l’adeguamento della Stazione ‘E’ dell’Aeroporto “Leonardo da Vinci”, l’ampliamento alla terza corsia Barberino di Mugello-Incisa Valdarno – tratto: galleria Casellina, al progetto LIFE+08 ENV/IT/000406 “Rewetland”, relativa alla “widespread introduction of constructed wetlands for a wastewater treatment of agro pontino”, realizzazione di un centro diurno per anziani a Fiumicino, realizzazione di un centro diurno di assistenza ai ragazzi con disabilità psico-fisiche a Fiumicino.

Dal 2012, pur dedicandosi pienamente e totalmente alla libera professione, riprende a fornire attività di consulenza e supporto alle amministrazioni pubbliche nell’ambito dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture.


VALENTINA ADDUCI


Nasce a Corato (Bari) l’8 febbraio 1986.

Architetto e dottoranda di ricerca in Restauro architettonico presso l’Università di Roma «La Sapienza».

Nel 2011 partecipa al IX Seminario Internazionale di Museografia di Villa Adriana – Premio Internazionale di Architettura e Archeologia “Giambattista Piranesi” organizzato dall’Accademia Adrianea di Architettura e Archeologia.

Nel 2012 si laurea, con 110 e lode, a Roma con una tesi dal titolo: Restauro e Valorizzazione Paesaggistica e Multimediale della città di Monterano (pubblicazione sulla rivista Luce&Design, n. 5 – Ottobre 2013). Nello stesso anno consegue il diploma di Master di II livello in “Architettura per l’Archeologia – Archeologia per l’Architettura”.

Abilitata allo svolgimento della professione presso l’ Ordine degli Architetti di Roma e Provincia.

Dopo lo svolgimento di un tirocinio presso la Sovrintendenza di Roma Capitale, collabora ad alcuni importanti progetti di restauro con la U.O. Tecnica di Progettazione, tra cui il progetto di restauro della Scalinata di Piazza di Spagna.

Dopo il periodo lavorativo parigino nell’ Atelier di restauro Arcanes, torna a Roma continuando ad operare nel settore dei beni culturali, frequentando corsi di formazione e partecipando a numerose conferenze sullo stesso tema.

Socio Junior de L’ARCo (Associazione per il Recupero del Costruito) dal 2012.

Membro della Consulta dei Beni Culturali dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori di Roma e Provincia dal 2013.

Socio ASS.I.R.C.CO (Associazione Italiana Recupero e Consolidamento Costruzioni) dal 2014.